Comunità EURASEC Eurasian Customs Unit

Cos'è la comunità economica euroasiatica? Da chi è formata l'unione euroasiatica? Quando è stata istituita l'Eurasec? Perchè nasce il territorio unico doganale EAC?

Comunità Economica Euroasitica
 

La Comunità Euroasiatica

La Comunità Economica Euroasiatica (la cui abbreviazione in lingua russa è “ЕАЭС”) è una unione economica di cui fanno parte al momento: Russia, Bielorussia, Kazakhstan, Armenia e Kirghizistan.

  1. Eurasec
  2. CSI (Comunità degli Stati Indipendenti)
  3. Commissione Economica Euroasiatica
  4. Regolamenti Tecnici CU-TR
      1. Certificazione EAC
      2. Dichiarazione EAC
      3. Registrazione Statale

Eurasec

Istituita in base al trattato firmato ad Astana il 29.05.2014 ed entrato in vigore 01.01.2015 accordo che di fatto pone in essere gli accordi per una unione doganale ed uno spazio economico comune.

CSI (Comunità degli Stati Indipendenti)

Le origini di tale comunità economica risalgono al 1991 con la dissoluzione dell’ex unione sovietica e la creazione di 15 nuovi stati indipendenti. Pur avendo subito una forte “spinta” diciamo secessionistica e dunque di frammentazione politica, giuridica e doganale che a tutt’oggi gran parte della popolazione indica come di matrice non popolare ma attuata per volontà politica “esterna” i profondi legami tra questi stessi Stati hanno innescato il processo opposto alla discregazione in quel fenomeno denominato da Evgeny Vinokurov e Alexander Libman “Holding-Together Regionalism” favorendo nuovamente l’aggregazione di questi stati.

Il primo passo fu fatto proprio nel 1991 durante gli ultimi giorni di vita dell’Unione Sovietica con la istituzione del CSI (Comunità degli stati indipendenti) a cui aderirono sotto forma di Stati sovrani quasi tutti i paesi dell’ex URSS ad eccezione della Lituania, Lettonia e Estonia, mentre la stessa Ucraina non ultimo mai il processo di ratifica al CSI.

Commissione Economica Euroasiatica

L’organo che più direttamente ci interessa è la Commissione Economica Euroasiatica che rappresenta l’organo che gestisce l’unione doganale, la disciplina dei regolamenti tecnici per la conformità delle merci e dei servizi nonché quasi tutte le tematiche di fondamentale importanza per lo sviluppo e il commercio internazionale dell’unione.

Da un punto di vista doganale il trattato della comunità Euroasiatica proprio nel preambolo fa riferimento a quanto indicato dal WTO in relazione al libero commercio, esportazioni, dazi e barriere non tariffarie, salvaguardia, antidumping, trasporti, proprietà intellettuale, valore doganali delle merci.

Esiste, però, un controsenso sia di forma che di sostanza; I singoli stati della comunità economica Euroasiatica fanno parte (ad eccezione della Bielorussa la cui adesione è ancora in corso) del WTO mentre L’unione Euroasiatica come tale non lo è!

Regolamenti Tecnici CU-TR

La nascita della comunità ha introdotto rilevanti novità per le aziende europee (e non solo) nell’ambito del commercio con i paesi aderenti alla nuova comunità; primo tra tutti lo sviluppo ed il riconoscimento dei regolamenti tecnici dell’unione doganale (ТР-ТС Технический Регламент Таможенного Союза) in sostituzione delle varie forme di conformità Nazionali (Gost-R, Gost-K, Gost Belst).

Dunque qualsiasi operatore economico intenda vendere i propri prodotti (o servizi) verso la comunità euroasiatica dovrà conformare ed ottenere la conformità dei propri prodotti ai regolamenti tecnici sopra citati.

I documenti che attestano la conformità dei propri prodotti e dunque ne permettono lo sdoganamento e l’immissione in consumo sono fondamentalmente 3: